cr7 sostiene la creativita del settore giochi

Cristiano Ronaldo ha investito nel mondo dei giochi di calcio

Pubblicazione: 25 Gennaio 2024 ore 19:59

cr7 sostiene la creativita del settore giochi

Senza dubbio anche ai più profani, od almeno a coloro che non ne vogliono sapere di calcio avendo altri profondi (o meno) interessi, non può essere sfuggita la notorietà di Cristiano Ronaldo sia quando giocava nella Juventus sia nel Real Madrid che nel Manchester United oppure attualmente da quando si è trasferito, pare come primo calciatore tra i tanti che poi lo hanno seguito, in Arabia Saudita dove mette a disposizioni tutti i suoi “diamanti sportivi” a favore di Al-Nassr.

Questa notorietà Ronaldo se l’è conquistata negli anni con la sua esplosiva carica sportiva ed anche in altri business che completano e rimpinguano le sue pingui finanze: ora, “ci piace” curiosare anche su di un nuovo investimento che lo stesso calciatore ha effettuato sostenendo il progetto di UFL, senz’altro ambizioso e pretenzioso.

Entrambi aggettivi che contraddistinguono perfettamente sia il campione, come stella assoluta, che come testimonial del progetto ludico: la società che sta dando forma e sviluppa il progetto innovativo di questo videogame calcistico è STRIKERZ Inc.

Azienda nella quale proprio il campione portoghese ha investito la discreta cifra di 40 milioni di dollari, circa 38 milioni di euro, per sostenere lo sviluppo e la creatività del gioco che è messa in campo da un forte collettivo di menti creative di videogiochi e rappresenta un marchio internazionale che si occupa di gioco lanciato nel 2016.

Il talento creativo dev’essere sempre riconosciuto

Fautore di tutto ciò un gruppo limitato di persone e di talenti creativi particolarmente predisposto verso il calcio online ed attualmente questa “manciata di persone” è arrivata a 200 soggetti sparsi nelle varie località europee e che fanno riferimento a cinque uffici.

STRIKERZ è molto orgogliosa nel presentare UFL e lo rappresenta come una vera e propria rivoluzione dei videogiochi di calcio online perché è stato creato proprio da persone follemente innamorate di questo sport e che per questo cercano di trasmettere “l’essere fan sfegatati” convogliandolo nel prodotto da offrire al loro popolo di giocatori con un’esperienza senza precedenti.

Videogame che diverrà disponibile, se tutto andrà per il meglio, sulle principali piattaforme: purtroppo, è tutto celato dietro un riserbo assoluto e non si conosce più di tanto. Infatti, nello scorso marzo era uscito soltanto un filmato che mostrava uno stralcio di partita e diverse azioni da gol: tutto qui.

Successivamente, in agosto gli sviluppatori hanno aggiunto una breve clip per dare un’idea dell’aspetto grafico del videogioco, e poi…. il nulla. Almeno sino a questi giorni dove è ricomparso un nuovo annuncio su X che avvisava gli aficionados dell’intervento di Ronaldo come investitore!

Uno sviluppo davvero interessante

Una “collaborazione” per sviluppare il nuovo UFL, gioco incentrato sull’abilità per gli appassionati di calcio di tutto il Mondo, che Ronaldo intende sostenere oltre che come testimonial anche economicamente per rendere questo progetto entusiasmante.

Ma, ovviamente, per rendere UFL un vero e proprio antagonista sia di Ea Sport Fc 24 (il nuovo Fifa) che di eFootball (gioco Konami): senza dubbio degni concorrenti che se la dovranno vedere con la creatività di UFL.

Questo investimento abbastanza importante di una simile stella del calcio significa che Ronaldo crede moltissimo nel talento dei creativi di UFL e nel potenziale di questo nuovo videogioco che, però, purtroppo non ha una data precisa per l’uscita.

Ad essere completamente sinceri questo nuovo prodotto ludico è sempre stato avvolto da una certa cripticità che lo ha reso quasi impenetrabile riguardo il suo percorso di sviluppo: ma forse è esattamente questa “tensione” che si cerca ed anche questo intervento di Ronaldo senza dubbio andrà a creare ancora più curiosità ed una sorta di “mistero”.

Ma nello stesso tempo la presenza della stella del calcio, oltre a movimentare l’interesse nei confronti del gioco, darà molto probabilmente qualche certezza in più sulla bontà del progetto che si ribadisce sembra piuttosto enigmatico: tutto serve onestamente come trainante pubblicitario anche se inconscio… ma quando si muove Ronaldo si muove tutto un mondo economico e chi conosce anche poco la vita di questo fenomeno sa di che cosa si sta parlando.

Si cerca di rompere il monopolio dei Giochi di Calcio

Il suo intervento, infatti, non può che far bene ad UFL che ha il compito davvero arduo di scardinare il duopolio creato negli anni nelle simulazioni calcistiche di Ea Sports. Un antagonismo sano ed interessante a livello economico visto che Ea Sports nel 2021 aveva dichiarato di aver raggiunto i 325 milioni di copie vendute con la serie FIFA, mentre Konami di copie ne aveva raggiunge 112 milioni per la serie Pes/eFootball.

Di certo, forzare queste cifre sembra “un’impresa impossibile”, ma la forza del gruppo di creativi di UFL è talmente compatto e forte che la renderà possibile seppur con grandi sforzi e notevole impegno.

Ma d’altra parte creare qualcosa di alternativo, diverso, coinvolgente nel mondo dei giochi di calcio non sarà semplice ed è proprio in ragione di questo che la curiosità in questi giorni regna sovrana intorno al debutto di UFL sopratutto ora che si è pubblicizzata la presenza di Ronaldo al suo fianco: e Ronaldo quando si “muove” (sia in campo che al di fuori) raggiunge risultati devastanti.

La scelta di rendere noto questo investimento di Ronaldo è stata una mossa studiata a tavolino per suscitare ancora più curiosità sul progetto UFL che forse nasconde qualcosa: troppo lento l’incedere del suo percorso ed anche troppe poche le notizie che arrivano all’esterno.

Lavorare duro a testa bassa

Come se si voglia mantenere un “basso profilo” che non è congegnale quando si ha in mano un programma di valore: quindi, ancora più mistero con l’avanzare delle settimane e tanta risonanza pubblicitaria all’ingresso di una figura indiscutibilmente portatrice “di business” in qualsiasi cosa tocchi.

E qui, ovviamente, non si parla di tocchi al pallone, ma di business: ma chi segue i tanti sviluppi del segmento dei videogiochi non può che rallegrarsi di vedere una simile movimentazione per un nuovo prodotto che andrà sul mercato a breve: come ci si deve rallegrare che il gioco richiami così tanta attenzione ed investimenti. É sempre magnifico percepire che il talento e la creatività vengano riconosciuti e sostenuti e si vedrà a che sviluppi porterà questo “sostegno sportivo”.

Altri articoli interessanti

 

Author: Bruce Peterson