in recessione economica si pensa al gioco

Come la Crisi Economica Influisce sul Gioco d’Azzardo: gli scenari

Pubblicazione: 7 Febbraio 2024 ore 14:28

in recessione economica si pensa al gioco

Stiamo da poco affrontando i primi giorni del nuovo anno e, come sempre, ci si aspetta che questo porti “qualcosa di buono” anche se bisestile e quindi come da tradizione “funesto”: ma si deve essere scaramantici e non farci trattenere dalle “superstizioni” e si intende soltanto sperare che il Nuovo Anno porti novità piacevoli lasciandoci andare ad un’onda di fatalismo che ogni tanto ci sta proprio bene.

Nel frattempo, però, non si può evitare di guardarci alle spalle, ed anche attorno a noi, per vedere che la situazione economica internazionale, come peraltro quella del nostro Paese, non brilla sicuramente di gioie pronte a rallegrarci, anzi: tutto ciò che ci circonda tra guerre, aumenti dell’energia, inflazione e ci scusiamo se manca qualcosa, non è sicuramente piacevole da vivere. In mezzo a tutto questo ci si domanda come mai ancora oggi quando l’economia in generale “sta male” il ricorrere ad una bella vincita al gioco per tanti sembrerebbe essere un “sano” incentivo da intraprendere.

Infatti, è proprio nei periodi dove l’economia fa fare i salti mortali con gli stipendi “comuni” della maggior parte dei cittadini che esiste un aumento appunto del gioco d’azzardo o delle scommesse: l’obbiettivo è senz’altro quello della speranza di poter cambiare vita con il fatidico bacio della Dea Bendata.

Un rifugio per nascondersi dai problemi

Evidentemente, è un rifugio mentale nel quale “ci piace” nascondere le nostre angosce ed anche le nostre frustrazioni: così si tenta la Fortuna sperando che sia la volta buona! É una tendenza che, evidentemente, fa fatica ad estromettersi da alcune vite che così si confrontano con il gioco d’azzardo per riuscire a raggiungere una “vita da mille ed una notte” non sapendo che questo potrebbe essere purtroppo l’inizio di un cammino verso il gioco problematico.

Ma vediamo di andare oltre tali considerazioni e vediamo cosa ci si aspetta dai primi giorni di questo 2024 anche se fare previsioni risulta assai difficile proprio in considerazione dei mesi che ci siamo appena lasciati alle spalle densi di “contrarietà” di ogni tipo.

Lo scenario generale non è dei migliori visto che ci sta facendo vivere le conseguenze di due conflitti, quello che sta coinvolgendo da troppo tempo Ucraina e Russia, quello che sta impegnando Israele contro Hamas e non da ultimo il problema umanitario dei flussi migratori di persone che fuggono disperate.

Esiste anche un altro percorso con cifre improponibili: quello della violenza sulle donne che lascia basiti sopratutto per la brutalità con la quale si sviluppano e si rappresentano quei fatti. Ed in più, il Paese non dà quei segnali di ripresa che l’attuale Governo Meloni forse si aspettava, mentre l’inflazione non sta consentendo alcuna tregua ed il potere d’acquisto del nostro danaro ci sta davvero sfuggendo di mano.

Regna davvero una grande incertezza

Ed assodata tutta questa incertezza, diventa davvero difficile soltanto pensare a positività per l’anno neonato, ma ci si vuole sforzare di fare qualche previsione sopratutto per quello che riguarda il mondo dei giochi, siti di bingo online legali ADM in prima linea, che come detto viene coinvolto nelle speranze di tanti e che non è un bel segnale.

Infatti, serve sottolineare che è sempre più ricorrente come studi recenti e del passato confermino come al presentarsi di periodi di crisi l’unico settore a trarne benefici sia storicamente il gioco d’azzardo anche se tale pensiero assume i contorni di una profonda incongruenza: ed ancor più incongruente è che proprio le difficoltà delle persone più fragili economicamente servano da pungolo per rivolgersi ad una vincita inaspettata che potrebbe cambiare la loro vita od almeno migliorarla per un breve periodo.

Questo sembra attuare la tensione e soltanto il pensiero di poter avere una mera occasione di cambiamento in meglio rende queste persone soddisfatte e sentono meno le loro criticità: sperando poi che non vadano incontro a problemi più impegnativi e sopratutto reali come potrebbe essere il gioco problematico.

Cerchiamo di non abusare del Gioco d’azzardo

Perché è evidente, guardando e valutando dall’esterno, che il comportamento di proiettare nel gioco d’azzardo le nostre eventuali aspettative “diventa pericoloso” e caratterizzato da fenomeni che potrebbero risultare gravi.

D’altra parte non si può evitare di sottolineare che il gioco è una delle forme più belle di divertimento alle quali si può dedicare il tempo libero, ma deve restare un divertimento: non deve mai diventare una sorta di via di uscita per risolvere i problemi quotidiani.

Quello che oggi si potrebbe prevedere per il nuovo anno è che la maggior parte delle persone che vivono in una situazione di incertezza economica che si trascinano dal 2023, hanno davvero voglia di divertirsi e di uscire da una sorta di stallo economico che poco lascia interpretare alla fantasia.

Siamo tutti connessi 24 ore su 24

Oltre tutto, un’altra cosa che rende tutto più difficile è che la voglia e l’abitudine che hanno tanti di essere sempre connessi con il mondo esterno al nostro quotidiano non ci aiuta di certo ad allontanarci dalle costanti informazioni che arrivano da altre realtà e che purtroppo sono anch’esse negative. Cercare quindi futuri momenti di svago sarà un obbiettivo prioritario nella maggior pare delle persone e qui potrebbe subentrare l’abilità del mondo dei giochi.

Offrire intrattenimento, divertimento, leggerezza cercando di arricchirli di contenuti che possano soddisfare l’ansia e l’incertezza dei giocatori. Impresa non facile ma forse realizzabile vista l’imponente creatività di coloro che “inventano” nuovi giochi con contenuti più attrattivi e soddisfacenti, offrendo un’esperienza coinvolgente che possa rendere meno brutto il quotidiano e proponendo una specie di “stampella” per affrontare la quotidianità che per qualcuno risulta quasi insopportabile.

Il settore dei Giochi deve farsi conoscere meglio

Un’altra cosa cui il gioco d’azzardo dovrebbe badare con più attenzione è la comunicazione: di fatto dovrebbe cercare di farsi conoscere meglio, anche se oggi la “sensazione di pancia” è un po’ cambiate e sembra che l’opinione pubblica sia meno severa nei confronti del mondo ludico e vi si avvicini con meno perplessità.

Si dovrà imboccare la strada della comunicazione, per riuscire a coinvolgere meglio l’immenso popolo di giocatori che quasi si aspetta dal gioco un supporto mentale per poter affrontar la propria vita: se si farà questo, potrà realizzarsi per il 2024 un insieme di successi ludici, accontentando persone che stanno bene divertendosi con leggerezza.

Altri articoli interessanti

 

Author: Bruce Peterson